giovedì 7 luglio 2016

ROAD GAMES/RABID DOGS (2015)

Road Games (2015) Abner Pastoll

Rapida segnalazione per questo "Fausse Route" di Abner Pastoll, visto qualche mese fa in VOD e di prossima distribuzione in BluRay. Se in un film c'è Barbie Crampton, io non posso che rispondere alla chiamata, per cui "Road Games" (che non è il remake del film di Franklin del 1981 con Jamie Lee Curtis e Stacy Keach) si è materializzato sul televisore con grande soddisfazione del sottoscritto. Insomma, mi è piaciuto molto, pur avendo un sacco di difetti che immagino potranno dare parecchio fastidio. Il film di Pastoll è un bigino di suggestioni e atmosfere riconducibili al cinema di genere anni settanta (francese e non, senza dimenticare l'Aja di "Haute Tension") per cui potrà essere apprezzato o odiato in egual misura. Non si tratta di un capolavoro, ma la storia dei due autostoppisti capitati per caso (oppure no) in una grande villa misteriosa, è materiale in grado di suscitare la mia attenzione per tutta la sua durata, pur avendo a che fare con un tema già raccontato fino al rincoglionimento. Manca forse una risoluzione finale che sia all'altezza delle premesse, ma chi cazzo se ne frega. Molto brava (e molto figa) Joséphine de La Baume, mentre la vecchia Barbie fa ancora la sua porca figura, spalleggiata dal grande Frédéric Pierrot, tanto che il protagonista Andrew Simpson finisce per fare un pò la fine del tonno. Vabbè. Interpreti: Barbara Crampton, Frédéric Pierrot, Joséphine de La Baume, Andrew Simpson, Féodor Atkine, Pierre Boulanger.







Enragés/Rabid Dogs (2015) Eric Hannezo

Questo è il remake di "Cani Arrabbiati" del Sor Bava. Quale ardire. Non sono tra quelli che maltrattano i rifacimenti per partito preso, non ho voglia e non me ne frega un cazzo (eccezioni a parte) per cui il "Rabid Dogs" di Hannezo non verrà massacrato tanto per fare. Alla fine è un film di rapina e fuga dignitoso, per nulla sciatto o indecoroso, servito da un reparto tecnico all'altezza della situazione, nel senso che non sembra un direct to video che viene via a un euro al cartone. Bravi Lambert Wilson e Virginie Ledoyen nei ruoli che furono di Cucciolla e Lea Lander, mentre dove "Rabid Dogs" scricchiola è proprio sui protagonisti, tre manzetti che risultano (almeno a me) parecchio fastidiosi. Non si può avere tutto e Hannezo dimostra un buon mestiere, anche se viene a mancare tutto il disagio, il caldo insopportabile e la claustrofobia dell'originale. Ma proprio tutto. Bluray qui. Interpreti: Lambert Wilson, Virginie Ledoyen, Guillame Gouix, Francois Arnaud, Franck Gastambide, Laurent Lucas, Mégane Lemée.





2 commenti:

Nick Parisi. ha detto...

Aggiungerei un particolare al tuo ottimo articolo: lo stesso Aja, nel suo Haute Tension non faceva altro che riproporre molti degli stilemi e delle caratteristiche del Cinema di genere horror italiano degli anni 60-70s. I francesi sono stati bravi a rivitalizzare un genere e ad attualizzarlo, su questo si sono basati sul nostro Cinema, magari in Italia i produttori facessero la stessa cosa.....

Belushi ha detto...

Grazie, Nick! Si, io apprezzo Aja da "Furia", trovo sia un abile artigiano e che sia stato massacrato da certa critica (del web) fighetta e maestrina solo perchè se e è andato a lavorare negli States, un marchio d'infamia. Io credo che il genere, qui in Italia, sia definitivamente morto e sepolto.

Posta un commento