venerdì 23 agosto 2013

BAD MILO! (2013) Jacob Vaughan

Il grottesco è materiale molto difficile da gestire, a meno che uno non si chiami Don Coscarelli. Questo "Bad Milo!" (in realtà sui titoli di testa si legge solo "Milo") è una black comedy virata sull'horror veramente molto, molto grottesca, tanto che qualcuno potrebbe pure storcere il naso. 

Eh si, visto che il Milo del titolo entra in scena uscendo direttamente dal culo del protagonista Ken Marino (comedian membro del gruppo "The State" e protagonista della serie di culto "Party Down", un culto ristretto ma sempre di culto si tratta). Viste le premesse più o meno potete capire che cosa aspettarvi. Il buon Vaughan si vede che ama la commedia e la parodia sarcastica, per cui sa bene quali sono i bersagli da colpire. La famiglia disfunzionale, il cittadino medio a cui accadono delle cose spaventose, gli esperti di fertilità rompicoglioni e lo psicologo che non capisce un cazzo (un grande Peter Stormare, e chi se no).

Il tutto servito con una passione e  un amore viscerale (è proprio il caso di dirlo) per l'horror di stampo eighties, sia per le inquadrature che per la colonna sonora di Ted Masur, tanto che sembra di essere finiti dentro una produzione Empire. Senza contare gli effetti speciali old school. Si, perchè il Milo cattivo  che esce dal culo del povero, stressato e amareggiato Ken, per poi rientrarvi una volta uccisi i  suoi "nemici" è alzata d'ingegno notevole ed efficace, al di là della forte demenzialità di tutto il prodotto. Senza bisogno di CGI del cazzo. 

E il finale triste e patetico, con Milo che tenta di fare il grande salto cercando di uccidere il figlio ancora nel grembo della moglie di Ken (Gillian Jacobs, molto caruccia) aggiunge quel qualcosa in più degno di essere ricordato. Almeno per me, che non so a quanti possa piacere questa roba. Vaughan al suo secondo film sembra aver studiato bene la lezione di certo cinema anni '80, da "Parents" (1989) di Bob Balaban a "Life on the Edge/Meet the Hollowheads" (1989) di Tom Burman fino alle opere bellissime dell'ultimo Coscarelli (che rimane insuperato) rimasticandolo e risputandolo per il pubblico di oggi, che non so quanto potrà gradire. Il film è stato presentato in anteprima al Fantasia International Film Festival ed è in attesa di una distribuzione per il prossimo autunno. Vediamo un pò. Comunque non confondetelo con una Tromata, che è proprio un'altra cosa. INTERPRETI: Ken Marino, Jillian Jacobs, Peter Stormare, Patrick Warburton, Mary Kay Place, Stephen Root, Toby Huss. 


4 commenti:

  1. Me lo cerco subito grande questo blog e' proprio una boccata d'aria fresca dai tanti troppi blog di "idioti dell'orrore" per parafrasare Battiato. "John Dies at the End" come ho scritto un po' dappertutto e' superlativo, uno dei migliori titoli che sicuramente rimarranno di quest'anno. Coscarelli quasi incredibile per chi come si conferma ancora dopo "Bubba Ho-Tep" e alle prese con una storia che quasi per chiunque sarebbe stata ingestibile e infilmabile.
    "Parents" splendida regia dell'attore Balaban, visto e registrato pensa te da una prima tv su Tmc2/Videomusic, quando davano pure i primi film di Fessenden!
    Il secondo eighties che citi non sono sicuro di averlo mai visto ne' conoscerlo poi puo' darsi benissimo che sia io a non ricordare.

    RispondiElimina
  2. A me pare piuttosto interessante questo "Bad Milo". Non è all'altezza dei film di Coscarelli, che mi piacciono tutti, ma proprio tutti, anche il materiale prettamente non orrorifico/fantastico, ma è una commedia amara e pungente. Te lo ricordi sicuramente "Life on the Edge" del grande effettista Tom Burman, con Juliette Lewis, John Glover, se non sbaglio pure Ann Ramsey e Bobcat Goldthwait, fu coperto pure da Fangoria. Da non confondere, a causa della rititolazione con "Meet the Applegates" di Michael Lehman, a sua volta rititolato. Si è perso quasi del tutto il gusto per questo tipo di cinema al vetriolo. Cazzo, ti ricordi, anche se in territorio sicuramente più "mainstream", "The 'Burbs/L'Erba del Vicino" di Joe Dante, che te lo dico a fare, che arrivò direttamente in home video per la CIC, se non vado errato...Grazie per essere passato!

    RispondiElimina
  3. Ho mantenuto la mia promessa: ho reinserito il tuo rinato blog nel mio blogroll.
    Spero che la cosa ti faccia piacere.
    Nel frattempo ....alla prossima a gajardo!

    RispondiElimina
  4. Non mi fa piacere, ma di più. Grande Nick, gentilissimo, che te lo dico a fare. Attendo il tuo ritorno sugli schermi. Un grande saluto, davvero. A presto!!! Daje, Nick!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina