venerdì 20 maggio 2011

MAD DOG MORGAN (1976) Philippe Mora

Incredibile western australiano, completamente rimosso dalla critica ufficiale. Non aspettatevi epiche cavalcate o sparatorie a mezzogiorno, perchè qui siamo da un'altra parte, direi proprio in un altro pianeta. A Mora ( si, proprio lui, il regista di quel delirio assoluto che é "HOWLING 2") non frega un cazzo di portare avanti una storia che abbia un minimo di linearità; gli bastano i primi piani dei suoi straordinari protagonisti, gli splendidi paesaggi australiani e la violenza cieca e insensata che si respira nell'outback del 1865, anno in cui (il 9 aprile) viene ucciso il famigerato bush-ranger Daniel Morgan, portato sullo schermo dall'immenso Dennis Hopper  (visibilmente strafatto e ubriaco per tutto il film). Grandissimo Hopper e grandissimo il comprimario David Gulpilil ("L'ULTIMA ONDA"di Weir, "THE PROPOSITION di John Hillcoat") autore anche della colonna sonora "tribale" che accompagna il protagonista verso  il suo appuntamento con la morte. Selvaggio, psicopatico o spirito libero? Hopper trasporta il Billy di "Easy Rider" nelle terre d'Australia, tanto che questa pellicola pare la "versione alternativa western" del capolavoro di cui sopra. Non c'é nessuna battaglia morale tra il bandito e i suoi inseguitori, viscidi e disgustosi, che disquisiscono amabilmente durante il pranzo sulla reale possibilità che Morgan possa essere metà uomo e metà bestia. Violento (le scene nel carcere lager) e sgangherato , questo "Mad Dog Morgan" una visione la merita. Anche se puo' apparire irritante e disequilibrato. Non spaventatevi di vedere comparire il marchio della Troma in relazione a questo film. Kaufman e compagni sono stati gli unici a crederci. Tratto dal romanzo di Margaret Carnegie "MORGAN: THE BOLD BUSHRANGER". INTERPRETI: Dennis Hopper, David Gulpilil, Jack Thompson, Frank Thring, Michael Pate, Wallas Eaton, Bill Hunter, John Heargreaves, Martin Harris, Robin Ramsay.




venerdì 6 maggio 2011

THE WIZARD OF GORE (2007) Jeremy Kasten

Crispin Glover é un pazzo scatenato. Chi meglio di lui poteva rappresentare sullo schermo l' illusionista degli illusionisti, il celeberrimo "Montag The Magnificent"? Nessuno. Appunto. Ed infatti ecco a Voi il remake del classico (bè, più o meno) Blood and Gore di H.G. Lewis, del quale non é che si sentisse così tanto la mancanza. Cinema weird allo stato brado, calato in una dimensione dove il presente e il passato si confondono, disorientando lo spettatore meno incline a lasciarsi trasportare dalle sanguinose illusioni del protagonista. Un film lontanissimo dal teen horror spesso proposto dalla Dimension, che potrà piacere agli amanti dell'horror meno standardizzato. Prendere o lasciare, insomma. Chi ama la sregolatezza di Glover avrà parecchio da divertirsi, per contro, chi lo giudica troppo eccessivo e gigione, si potrà consolare con Bijou Phillips, Jeffrey Combs, Brad Dourif ed il redivivo Joshua Miller di "Class 1999". Se non vi piace nessuno, allora non ci posso fare niente. Fine. INTERPRETI: Kip Pardue, Bijou Phillips, Crispin Glover, Joshua Miller, Jeffrey Combs, Evan Seinfeld, Tim Chiou, Garz Chan, The Suicide Girls.




lunedì 2 maggio 2011

FASE IV: DISTRUZIONE TERRA ( Phase IV- 1974) Saul Bass

La classe non é acqua. Strepitoso Eco-vengeance firmato dal piu' grande titolista di tutti i tempi. Una razza di formiche super-intelligenti dichiara guerra all'umanità. Le difese crollano, solo un terzetto di sopravvissuti, rifugiatosi in un laboratorio in pieno deserto, tenterà di fronteggiare la terribile minaccia. Basterebbe la presenza di Lynne Frederick (bellissima attrice, ex moglie di Peter Sellers, morta a soli 39 anni per problemi di alcool)  ad elevarlo nell'olimpo dei titoli degni di recupero, ma si farebbe un torto a Bass che sa benissimo cosa e come raccontare; bastano pochi elementi per rappresentare la fine dell'uomo e saturare l'atmosfera con un palpabile senso di morte e desolazione. La visione del regista é agghiacciante e si avvicina a certo cinema catastrofico possibile solo nei seventies che ha in "No Blade of Grass" ("2000 La fine dell'uomo"-1970-Cornel Wilde) il punto piu' alto e cupo. Non a caso i protagonisti principali di questa pellicola (Nigel Davenport e la Frederick) ritornano nel film di Bass che, detto tra noi é un grandissimo film e rimane l'unico lungometraggio prodotto dal Nostro. Guardatevi un pò l'incipit. Quanto di piu' lontano dal "gigantismo" di Bert I.Gordon si sia mai girato nei selvaggi settanta. Per chi scrive capolavoro.INTERPRETI: Lynne Frederick, Michael Murphy, Nigel Davenport, Alan Gifford, Robert Henderson, Helen Horton.